Connect with us

Cellulari

Google lancia Pixel 6 e Pixel 6 Pro anche in Italia

Google ha svelato tutte le info sui nuovi Pixel 6 che arriveranno anche in Italia. Google ha detto che da noi arriveranno a inizio 2022.

Published

on

Google Pixel 6 e Google Pixel 6 Pro sono i nuovi modelli di fascia alta e sono entrambi disponibili da oggi negli USA con le prime spedizioni attese per il 28 ottobre. Grande notizia il loro arrivo anche in Italia, previsto però nei primi mesi del 2022. Ottimi i prezzi, che per Pixel 6 partiranno da 649 euro.

Google ritorna quindi alla vecchia strategia dei top di gamma a buon mercato (almeno per Pixel 6), chiaramente in relazione a quelli che sono attualmente i prezzi di listino di smartphone paragonabili sul piano hardware. C’è inoltre una nuova grande novità: il processore integrato è il primo realizzato da Google e viene chiamato Google Tensor, come aveva anticipato la stessa azienda nel primo Sneak Peak sui nuovi modelli . Tensor è un SoC con architettura ARM custom che, secondo Big G, dovrebbe rivaleggiare con lo Snapdragon 888 di Qualcomm.

Il pezzo forte del nuovo SoC è la sua TPU (Tensor Processing Unit) personalizzata con una grande attenzione all’intelligenza artificiale grazie a diverse pipeline di elaborazione principali. Ci sono poi due application core ad alta potenza, due core intermedi e quattro core a bassa potenza. Il processore è poi abbinato a un ulteriore coprocessore dedicato per la sicurezza, un compute core privato e un core dedicato all’elaborazione delle immagini. Sono 8 i GB di RAM su Pixel 6, che viene proposto nelle varianti da 128GB e 256GB, mentre Pixel 6 Pro viene venduto con 12GB di RAM e 128, 256 o 512GB di spazio di archiviazione non espandibile via schede di memoria esterni.

Sul piano estetico c’è un forte distacco con la semplicità del passato: i nuovi modelli condividono lo stesso stile con cornici in metallo lucido per Pixel 6 Pro e un retro in vetro lucido su entrambe le varianti. Tre i colori per ogni modelli, più seri e per l’appunto “Pro” sul top di gamma, più saturi nel modello standard. Il design si contraddistingue rispetto a qualsiasi altro smartphone sul mercato per la grossa fascia nera a contrasto che contiene le fotocamere posteriori che, al solito per i device della serie, rappresenta una delle parti più importanti e ha senso metterla in evidenza: il sensore principale è su entrambi i modelli da 50MP, e scatta di default a 12,5MP. Google usa un sensore molto più grande rispetto ai modelli del passato, con pixel da 1,2 μm e un obiettivo stabilizzato otticamente con apertura f/1.85. Accanto ala principale troviamo sui due nuovi modelli una fotocamera ultrawide da 12 MP con un campo visivo di 114 gradi, obiettivo f/2.2 e pixel da 1,25 μm.

Il teleobiettivo è presente solo sul Pro, con ottica f/3.5 capace di uno zoom 4x e un sensore da 48MP. Google Pixel 6 e Pixel 6 Pro possono registrare fino a 4K @ 60 fps con elaborazione automatica delle immagini HDR, e possono acquisire video slow-motion fino a 240 fps a 1080p. Le fotocamere frontali sono anch’esse differenti: da 8MP con campo visivo da 84° sullo standard e da 11,1MP con campo visivo da 94° sul Pro. Il nuovo processore offre diverse nuove funzionalità di modifica delle immagini, come un “magic eraser” che elimina automaticamente gli elementi indesiderati nelle immagini e le nuove modalità di acquisizione a lunga esposizione e motion blur.

I due dispositivi si differenziano l’un l’altro anche e soprattutto per le dimensioni: Pixel 6 e 6 Pro adottano entrambi display OLED, solo che sul primo abbiamo un pannello flat con diagonale da 6,4″ con risoluzione Full HD+ e refresh rate massimo di 90Hz; Pixel 6 Pro utilizza invece un display con angoli arrotondati e cornici ridotte maggiormente, capace di offrire una risoluzione QuadHD+ in una diagonale di 6,7″, con il supporto del refresh rate massimo di 120Hz. Pixel 6 Pro utilizza la tecnologia LTPO e può variare la sua frequenza di aggiornamento da 10Hz fino a 120Hz in base al contenuto. Su entrambi i modelli il display è protetto da Gorilla Glass Victus, ed è presente il supporto all’HDR.

Le batterie dei nuovi modelli sono da 4600mAh per Pixel 6, e da 5000mAh per Pixel 6 Pro, ed entrambi garantiscono una ricarica rapida da 30W attraverso la tecnologia Power Delivery 3.0 e il connettore USB Type-C integrato. E’ inoltre supportata la ricarica rapida, mentre per lo sblocco abbiamo la possibilità di sfruttare un sensore di impronte sotto al vetro del display. Entrambi i modelli sono inoltre certificati IP-68, e sono compatibili con Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.2, GPS, NFC, 5G mmWave e Sub-6, mentre solo Pixel 6 Pro adotta un chip ultrawideband come ad esempio gli ultimi iPhone e smartphone Samsung Galaxy. Il software al lancio è ovviamente Android 12.

I due Pixel 6 e 6 Pro sono stati appena lanciati in 12 paesi, tra cui Stati Uniti, Canada, Giappone, Australia, Taiwan, Regno Unito, Germania, Francia e Irlanda, dove arriveranno il 28 ottobre. In Italia arriveranno invece all’inizio del prossimo anno, insieme a Spagna e Singapore. Di seguito i prezzi nel nostro mercato, quando verranno resi disponibili.

  • Google Pixel 6 8 + 128GB – 649€
  • Google Pixel 6 12 + 128GB – 899€
  • Google Pixel 6 12 + 256GB – 999€

Continue Reading
Comments

In Tendenza