Connect with us

Social Network

TikTok sarà vietato ai minori di 13 anni in Italia

Il Garante della Privacy ha annunciato un nuovo provvedimento atto a impedire a tutti i minori di 13 anni di potersi iscrivere sulla piattaforma TikTok.

Published

on

Il Garante della Privacy è tornato a farsi sentire e questa volta colpisce la nota piattaforma social molto in voga in questi ultimi mesi: TikTok. Nel comunicato rilasciato ieri si apprende delle nuove misure volte ad impedire in maniera più efficace l’accesso ai minori di 13 anni all’app. L’obiettivo è dunque quello di tutelare in maniera più seria il pubblico più piccolo e sensibile.

Ma nonostante questo provvedimento non è la prima volta che venga preso un provvedimento nei confronti dell’app TikTok soprattutto dopo la morte di una bambina di Palermo in seguito a una presunta blackout challenge sulla piattaforma. Il primo blocco è stato disposto il 22 gennaio con un provvedimento d’urgenza, mentre il 9 febbraio l’app è stata obbligata a chiedere l’età anagrafica e a rimuovere tutti i profili sotto i 13 anni.

“Le misure approntate da TikTok a seguito dei provvedimenti d’urgenza adottati dal Garante per la protezione dei dati personali hanno portato risultati significativi, ma non ancora sufficienti”, si legge nella nota del Garante della privacy.

In poco più di tre mesi 12,5 milioni di utenti italiani sono stati obbligati a confermare di avere un’età anagrafica non inferiore ai 13 anni. Inoltre, sono stati rimossi oltre 500 mila account TikTok di probabili minori, di cui 400 mila perché hanno dichiarato di avere un’età superiore e circa 140 mila grazie a segnalazioni e strumenti di moderazione implementati dall’app.

Come è ben noto, aggirare queste normative può risultare spesso semplice. Per questo il Garante è intervenuto con nuove misure per limitare ancora di più l’accesso ai più piccoli.

Ecco quindi cosa dovrà fare da ora in poi TikTok:

  • Garantire la cancellazione, entro 48 ore, degli account segnalati e che risultino, all’esito di verifiche, intestati a utenti al di sotto dei 13 anni di età.
  • Rafforzare i meccanismi di blocco dei dispositivi utilizzati dagli utenti minorenni per provare a accedere alla piattaforma.
  • Studiare e elaborare soluzioni, anche basate sull’intelligenza artificiale, che nel rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati personali, consentano di minimizzare il rischio che bambini al di sotto dei 13 anni di età utilizzino la piattaforma.
  • Lanciare nuove iniziative di comunicazione sia in app che attraverso radio e giornali, allo scopo di educare a un uso consapevole e sicuro della piattaforma e di ricordare che la piattaforma non è adatta a un pubblico di minorenni.
  • Studiare ed elaborare una nuova informativa realizzata con linguaggio semplice e con modalità interattive e coinvolgenti dedicata agli utenti minorenni anche utilizzando modalità multimediali o nuove soluzioni idonee a rafforzare le opportunità che i minorenni prendano effettivamente conoscenza del contenuto di tale informativa.
  • Condividere con il Garante, dati e informazioni relative all’efficacia delle diverse misure adottate, al fine di collaborare nell’identificazione di misure efficaci e capaci di contenere il fenomeno.

Continue Reading
Comments

In Tendenza